La Sindrome delle Apnee Ostruttive

La Sindrome delle Apnee Ostruttive ( OSAS,  Obstructive Sleep Apnea Sindrome) è caratterizzata da episodi, più o meno frequenti, di ostruzione delle vie aeree superiori durante il sonno con conseguente riduzione ( ipopnea) o cessazione (apnea) del flusso aereo.

Il paziente OSAS non riesce a raggiungere il sonno profondo ristoratore con conseguente sonnolenza diurna che si associa ad alterazioni delle performance, diminuzione della concentrazione e della libido, irritabiltà fino al vero e proprio deterioramento mentale.La qualità , personale e lavorativa, della vita del paziente, viene gravemente influenzata da questi fattori che possono evolvere in quadri clinici più gravi quali ipertensione arteriosa e polmonare, cardiopatia ischemica, infarto e aritmie cardiache. Il russamento rappresenta uno dei sintomi principali dell' OSAS e , soprattutto il motivo per cui, normalmente, il paziente decide di rivolgersi ad uno specialista del sonno, magari spinto da qualche elemento della famiglia. Di per sè , se semplice ed isolata manifestazione rumorosa durante il sonno, pur rappresentando un problema sociale per il singolo individuo, non ha alcuna rivelanza clinica ma è un fenomeno che non può e non deve essere sottovalutato. L' inquadramento clinico del paziente richiede precise e chiare risposte sulle caratteristiche del russamento ( periodo di inizio, entità, familiarità....), sulle abitudini di vita ( alimentazione, fumo, alcool....), irrequietezza motoria durante il sonno (specie a carico degli arti inferiori), nicturia, cefalea al risveglio, stanchezza e sonnolenza diurna. Da circa un anno, il Dr. William Manuzzi ha iniziato il suo cammino nel mondo della Medicina del Sonno. Ha seguito corsi, letto articoli e libri, contattato e incontrato i vari medici specialisti del settore ( Pneumologi e Otorinolaringoiatri) per poter costruire quella rete interdisciplinare indispensabile al raggiungimento di un buon risultato diagnostico- terapeutico.

}