Medicina Estetica

image

Trattamenti estetici di:

  • Radiofrequenza
  • Eporex
  • Ipl (luce pulsata)
  • Filler
  • Peeling chimico
  • Botulino
  • Trattamento sclerosante capillari
  • Biorivitalizzazione
  • Fosfatidicolina
  • Soft lifting biologico per viso e corpo
  • Trucco semi permanente

Per questo tipo di intervento ci si avvale di un apparecchio elettromedicale che sfrutta il trasferimento e la diffusione nel tessuto del calore prodotto da un generatore di corrente elettrica alternata ad alta frequenza e veicolata da un manipolo bipolare.Ha un effetto biorivitalizzante e anti-aging della pelle del viso, visibile fin dalle prime sedute, rendendola luminosa e distesa, perchè stimola gradualmente la naturale capacità del tessuto a produrre collagene ed elastina. Ha molteplici indicazioni terapeutiche: il rilassamento cutaneo, cicatrici di acne, segni di epressione, la presenza di rughe ecc. Questo apparecchio nella versione a "luce pulsata o/a cavitazione" viene utilizzato per: macchie cutanee, inestetismi come la cellulite, epilazione definitiva.

Come si svolge il trattamento? Dopo un'accurata raccolta anamnestica si valuta l'idoneità al trattamento del paziente, le sedute durano circa 20 minuti e sono programmate con frequenza settimanale. Al termine di ogni seduta, per ottimizzare i risultati, è necessaria un'adeguata idratazione della zona trattata con creme ipoallergeniche consone all'età e al tipo di pelle del paziente. Durante la seduta il paziente percepisce un piacevole e rilassante tepore sulla zona trattata e, senza alcun problema di post-operatorio, riprende all'uscita dello studio la sua normale attività quotidiana.

La macchina Eporex è un generatore di correnti ioniche pulso-modulate che permette trattamenti di elettroveicolazione transdermica in maniera asoolutamente incruenta e non invasiva. Un particolare manipolo, dotato di una camera di ionizzazione, cui è annesso un piccolo serbatoio, contenente uno specifico gel conduttivo, è collegato con l'apparecchiatura, che a sua volta è in contatto con la pelle attraverso una placca di morbida gomma. L'applicazione di correnti pulsate, opportunamente modulate, là dove il manipoloè in contatto con la pelle, consente di trasferire nel derma i principi attivi che si riterranno più indicati per il tipo di problema da trattare. La gestione delle forme d'onda delle correnti ioniche e dei trattamenti è affidata in maniera immediata ed intuitiva ad un microprocessore che consente di personalizzare il trattamento. Per ogni inestetismo sono state studiate apposite polveri che devono essere miscelate allo specifico gel conduttore. I principi attivi contenuti nelle polveri si combinano con il gel a formare una soluzione che verrà poi veicolata nel derma.

La pelle rappresenta uno dei più " sofisticati "  organi del nostro corpo. Ha funzione di barriera contro le aggressioni esterne e seve a regolare moltissime funzioni assai importanti come quella della sudorazione. Lo spessore cutaneo però diminuisce di circa il 6 % ogni dieci anni e la nostra pelle rimane sana e giovane se mantiene nel tempo un elevato ricambio cellulare. Come qualunque altro organo la pelle va protetta curata e nutrita. E' in questo senso che si indirizzano i protocolli per i trattamenti di Biorivitalizzazione.

 

La biorivitalizzazione è utile per prevenire e combattere i segni dell' invecchiamento della pelle , e consiste nell' iniettare nella parte superficiale della pelle, con aghi sottilissimi e minimo fastidio, sostanze biocompatibili e totalmente riassorbibili, che stimolano una riattivazione del derma. La biorivitalizzazione è quindi un trattamento utile per prevenire e combattere i segni dell' invecchiamento cutaneo del viso, del collo e delle mani in quanto stimola la funzionalità cellulare, donando alla pelle un aspetto più giovane e con riduzione delle rughe.

Sono tra i trattamenti medico esteticipiù richiesti. Il nome deriva dal termine inglese To Fill, che letteralmente significa " riempire". La tecnica è basata su l' utilizzo di prodotti che vengono iniettati nel viso con lo scopo di riempire rughe e depressioni. Poichè l' imperativo è ottenere un aspetto sano e naturale che preservi l' unicità di ciascun volto, si è andato delineando l' utilizzo sinergico di diversi tipi di fillers, che si differenziano tra loro sia per i componenti base , sia per la concentrazione degli stessi. In questo modo si possono trattare sia le rughe superficiali che quelle più profonde. Le zone più indicate per un trattamento con filler sono:

- rughe nasiogene ( riduce l' aspetto "stanco" del viso)

- rughe glabellari ( tolgono l' aspetto " accigliato" del volto)

- rughe perioculari

- rughe perilabiali

Particolare attenzione viene posta alla zona delle labbra sia come aumento volumetrico dellaucosa sia come ridefinizione dei contorni. Prima dell' inoculazione  si tratta l' area con una pomata blandamente anestetica allo scopo di ridurre la sensazione di fastidio legata all' iniezione stessa. La durata del filler è strettamente  dipendente dallo stato di idratazione della pelle, ma in condizioni ottimali può raggiungere anche gli 8/10 mesi.

La mesoterapia consiste in un trattamento medico che "sfrutta" la reattività del tessuto connettivo e che utilizza a fini terapeutici l' iniezione intradermica, sfruttando cosi il sinergismo tra l' azione riflessoterapica della microiniezione e l' effetto medicamentoso della sostanza iniettata. Agisce quindi attraverso alcuni meccanismi di azione di tipo:

- biochimico legato ai principi dei prodotti iniettati

- riflessogeno per stimolazione dei recettori nervosi

- microcircolatorio per la reazione provocata nel tessuto a livello dermico che favorisce un' attivazione fibroblastica

I campi di indicazione della Mesoterapia sono diversi, tra questi meritano essere citati: la reumatologia e la piccola traumatologia da sport, l' angiologia e la flebologia e, naturalmente, la dermatologia / medicina estetica.

 La Mesoterapia è quindi indicata:

- nel trattamento di adiposità locali

- nella biostomolazione e ringiovanimento del corpo

- nell' insufficienza veno / linfatica

- nelle osteo / artro / mialgie e reumopatie

I farmaci utilizzati sono molteplici, negli ultimi anni si sono andati imponendo cocktails biomesoterapici a base di prodotti omeopatici / omotossicologici associati a vitamine e minerali, che permettono una maggiore personalizzazione della terapia, che si basa cosi anche sulle caratteristiche del paziente stesso e non solo su quello del sintomo che egli presenta.

L' autorizzazione all' utilizzo della tossina botulinica nel campo della medicina estetica ha costruito una pietra miliare nell' evoluzione delle tecniche di ringiovanimento viso e corpo. Il suo utilizzo è in forte crescita per l' importante azione di integrazione che essa svolge con i più tradizionali filler. In Italia nel 2009 sono stati effettuati circa 90.000 trattamenti con tossina botulinica e nel 2010 vi è stato un aumento di circa il 30%. La tossina botulinica è un' esotossina prodotta da un batterio (Clostridium Botulinum) ed è in grado di agire sui neurotrasmettitori innescando una denervazione reversibile della fibra muscolare. La sua azione chimica si estrinseca nell' inibire il rilascio dell' acetilcolina che è l' agente chimico responsabile della contrazione muscolare. Le zone di elezione per il suo utilizzo sono la glabella ( ruga di espressione posta alla radice del naso tra le sopracciglia) ed il terzo superiore del viso. E' fondamentale ricordare che l' obiettivo finale di una serie integrata di trattamenti estetici del volto è quello dell' ottenimento di un risultato che dia un aspetto naturale, ma non " rifatto o artefatto ".

}